Tel. (+39) 02 40700745

Con la tecnica Stendoro- Rocca l’età anagrafica non è un problema; la tecnica una volta acquisita permette di liberare la mente e le energie che normalmente la persona balbuziente dedica a controllare il blocco e gestire l’ansia ad esso connessa. Una comunicazione non naturale, perchè mediata da difficoltà d’eloquio, condiziona anche l’ascoltatore, coinvolto sia a livello fisico che psicologico nelle difficoltà dell’altro. A livello comportamentale chi ascolta tende ad evitare di guardare negli occhi chi balbetta, volgendo lo sguardo altrove. Queste risposte emotive e comportamentali denunciano una comunicazione non efficace e un forte disagio sia da parte del soggetto che dell’interlocutore.

ADOLESCENTI:

La balbuzie negli adolescenti: vissuto di inadeguatezza nella relazione con i pari e limitazioni nell’orientamento scolastico come scelta di vita.

Le relazioni interpersonali sono un elemento fondamentale per l’adattamento psico-sociale dei bambini e degli adolescenti, queste sono influenzate da una moltitudine di fattori, quali l’aspetto, la salute fisica, la capacità di relazionarsi con gli altri e di percepirsi abile in questo. Una disfunzione come la balbuzie, che se non si pone rimedio tende a peggiorare con l’età adulta.

I genitori di ragazzi balbuzienti, appaiono comprensibilmente preoccupati, rispetto alle possibili esperienze negative e restrizioni della partecipazione alla vita quotidiana, temendo particolarmente la povertà di relazioni amicali.

 Alcuni genitori di bambini balbuzienti in età scolare, dichiara una certa tensione emotiva nell’affrontare l’argomento balbuzie in casa, temendo di creare situazioni di disagio nel bambino; noi sottolineiamo l’importanza di una comunicazione chiara sul tema, che consenta di normalizzare la presenza del disturbo.

Fondamentale è la consapevolezza nei genitori di riconoscere le potenziali conseguenze negative del disturbo, e la necessità di attivarsi il prima possibile per ridurle.

La balbuzie negli adolescenti e la scuola

Nel loro percorso di crescita, i bambini e gli adolescenti sono profondamente influenzati dalle esperienze vissute all’interno dell’ambiente scolastico, sia in termini di acquisizione di conoscenze, ma anche di relazioni interpersonali con insegnanti e compagni di classe.

Il contesto educativo pone molta enfasi sulle abilità comunicative quindi, la presenza di un disturbo come la balbuzie, può incidere pesantemente sul benessere della persona.

Molti insegnanti infatti riscontrano che il ragazzo/a balbuziente, preferisce far credere di non essere preparato, piuttosto che esternare la sua difficoltà nella produzione verbale, in particolare durante l’interrogazione o la lettura ad alta voce

 A questo proposito, durante il percorso di terapia, richiediamo un coinvolgimento attivo del corpo insegnante, al fine di permettere di vivere esperienze positive, mai potute sperimentare prima.

Inoltre promuoviamo incontri e seminari a scuola con il corpo insegnante per una corretta sensibilizzazione al problema balbuzie e per prevenire fenomeni di bullismo, ed emarginazione sociale.

 

ADULTI:

La balbuzie negli adulti: scelte, rinunce e frustrazioni nel mondo del lavoro

Il disturbo di balbuzie ha ripercussioni non solo in ambito scolastico, ma spesso condiziona anche le decisioni circa il proseguimento degli studi e la scelta della carriera lavorativa.

La balbuzie spesso porta la persona che ne è afflitta a ripiegare in professioni in cui è richiesto un ridotto numero di compiti che coinvolgono la comunicazione,

IL PARLARE INTENZIONALMENTE è il voler rendere l’altro consapevole di qualcosa, quindi è un valore fondativo, in cui ogni persona si confronta con il proprio ambiente e la realtà sociale. Spesso la persona nell’esperienza quotidiana del balbettare può ferire il suo equilibrio psicologico il che può condurre a stati di profonda insicurezza (ansia). Rocca Stendoro, 2016

Da recenti studi emerge che gli adulti con disturbo della fluenza ricordano di aver incontrato molte difficoltà nel formare relazioni intime in adolescenza, attribuendo tali difficoltà alla loro ritrosia nell’iniziare e nel mantenere una conversazione con persone del sesso opposto

Confrontando i dati di questi studi appare chiaro che la formazione di una relazione intima rappresenta un’area di vita problematica per la persona balbuziente, con ostacoli che derivano sia da fattori personali sia da fattori ambientali, in particolare dall’atteggiamento degli altri verso le persone che balbettano.

 

Telefono:  (+39) 340 557 3975

email: info@vincerelabalbuzie.com



 

Richiedi informazioni

Le nostre sedi



 MILANO

Via Belgirate 15 - presso Artemedica
20124 Milano - Italia



Telefono  (+39) 02 40 700 745
Fax (+39) 02 40 700 316
Mobile (+39) 340 557 3975 / (+39) 339 6224520

Sede Legale:  via Angera, 3 - 20124  Milano, Italia

 

CAMPIONE


via Totone 36/38 – CH - 6911 - Svizzera
Sede di Formazione Professionale

Telefono +41 79 855 2756